Vittoria – No Toast For Breakfast

Su di me – Vittoria (No Toast For Breakfast)

Ho scoperto di essere celiaca 6 anni fa, ma questo non ha limitato il mio amore per i viaggi e le avventure in giro per il mondo.

Vittoria: una ragazza celiaca di 26 anni che affronta la vita un biglietto aereo alla volta.

Sono Vittoria, una ragazza di 26 anni con la passione per il cibo e per i viaggi.
Ho scoperto di essere celiaca 6 anni fa, al mio primo anno di Ingegneria Civile presso l’Università di Bologna. Fin dai primi momenti dopo la diagnosi, è sorto in me un senso di preoccupazione e angoscia per tutti i possibili cambiamenti che avrebbe comportato la mia nuove condizione di celiaca: ho sempre amato viaggiare e scoprire nuovi posti, e per questo mi considero una “viaggiatrice seriale” (ho intrapreso il mio primo volo intercontinentale a 10 mesi di vita!), sempre alla ricerca di avventure in giro per il mondo.

La diagnosi, comportando una rigorosa dieta in totale assenza di glutine, sarebbe stata una sfida difficile da superare per i miei sogni di avventuriera al di fuori della “comfort zone”, letteralmente nel senso di quei locali e negozi vicino a casa mia, in cui sentirmi al sicuro da possibili contaminazioni.

Nel mio caso, quindi, è stato difficile accettare questa particolare condizione alimentare, e a dire il vero i primi mesi da celiaca li ho passati praticamente auto-segregata in casa, impedendomi perfino di fare un pasto al ristorante per paura di star male. Poi, pian piano ho scoperto qualche locale senza glutine nella mia città o nelle zone vicine, di cui mai avevo sentito parlare prima di allora!

Con il passare del tempo, ho cominciato a maturare in me l’idea che la mia condizione di celiaca non avrebbe dovuto influire negativamente sulle mie abitudini, né tantomeno impedirmi di realizzare i miei sogni d’avventura che avevo fin da bambina.

Per questo motivo, ho deciso di raccogliere tutti i suggerimenti e i locali che ho scovato in questi anni di celiaca viaggiatrice per il mondo (dal Nord America all’Europa, fino a toccare anche il Sud Est Asiatico) nel mio blog: No Toast For Breakfast, una guida senza glutine per mangiare fuori casa in Italia e nel mondo, che sia d’ispirazione per tutti i celiaci che hanno il timore di non trovare opzioni senza glutine nelle destinazioni dei loro prossimi viaggi e per questo limitano le proprie ambizioni di esploratori.

Condividerò le mie destinazioni di viaggio qui sulla sezione “On The Go”, con una rubrica mensile “Alla scoperta di”, dove vi porterò in alcuni dei miei posti preferiti in giro per il mondo, e scoprirete con me i migliori locali senza glutine del posto. Siete pronti a partire con me?