cereali senza glutine, Grano saraceno, grano saraceno senza glutine, senza glutine, materia prima, ingrediente

Grano saraceno

La particolarissima forma dei suoi chicchi, le eccellenti proprietà nutritive e un gradevole retrogusto alla nocciola fanno di questo pseudocereale uno dei nostri beniamini senza glutine: il grano saraceno, uno pseudocereale senza glutine originario dell’Asia centrale e orientale, rappresenta per noi di Schär una materia prima importante e innovativa.

Pseudocereale privo di glutine, ma ricco di storia e di sapore

Il grano saraceno, quasi dimenticato, in realtà ha una lunga tradizione, e oggi è oggetto di un vero e proprio revival, specialmente tra chi segue un’alimentazione senza glutine. La riscoperta di questo pseudocereale si deve sia alla sua versatilità - infatti si presta sia alla preparazione di cibi dolci che salati - sia al suo delizioso sapore integrale. Così, grazie alla particolarissima forma dei suoi chicchi, alle eccellenti proprietà nutritive e al rustico aroma di noce, si è lentamente guadagnato il favore del pubblico, non solo di chi segue un’alimentazione gluten-free. Anche noi di Schär lo apprezziamo molto, poiché ci aiuta ad aumentare la varietà del nostro assortimento.

Grano saraceno: un prodotto alpino per eccellenza

Pur essendo originario dell’Asia centrale e orientale, questo pseudocereale senza glutine cresce particolarmente bene nelle regioni alpine, che sono la patria di Schär e vantano una tradizione culinaria molto antica. Come per tutti i nostri ingredienti senza glutine, anche per il grano saraceno la qualità e la sicurezza per noi vengono sempre al primo posto. Poiché cresce bene nell’Europa centrale, il grano saraceno è stato inserito anche nel nostro progetto di ricerca transfrontaliero RE-CEREAL, cofinanziato da partner internazionali del settore R&D, che mira a rilanciare e a promuovere le tradizioni agricole delle regioni alpine, favorendo la introduzione di avena, miglio e grano saraceno, che venivano tradizionalmente coltivati ad alta quota.

La coltivazione del grano saraceno, però, è leggermente più complicata rispetto a quella di altri pseudocereali, poiché la pianta continua a formare infiorescenze, per cui la maturazione dei chicchi non avviene tutta nello stesso momento. Inoltre, è molto sensibile ai freddi primaverili, per cui in genere la raccolta viene effettuata nel momento in cui l’agricoltore si aspetta di ottenere la resa maggiore.

Grano saraceno: una delle nostre materie preferite per il pane!

cereali senza glutine, Grano saraceno, grano saraceno senza glutine, senza glutine, materia prima, ingrediente

Il grano saraceno oggi è protagonista di una meritata riscoperta, favorita dalla maggiore attenzione del pubblico verso uno stile di vita sano. Per di più, questo pseudocereale è privo di glutine e ha un sapore intenso, per cui si presta bene ad arricchire l’assortimento di pane nero Schär, che ad esempio comprende: Pane casereccio ai semi, Pane casereccio, Rotolino ai cereali, Ciabattine rustiche Schär e naturalmente l’amatissimo Cereale del Mastro Panettiere Schär. Ma il grano saraceno ha anche un’anima dolce, per cui è adatto anche alla preparazione di prodotti da forno, di cui Schär ha un vasto assortimento. Ottimo anche nelle miscele di farine, si esibisce al meglio nella Pasta ai cereali senza glutine Schär, a cui assicura un sapore delizioso.

Grano saraceno: uno pseudocereale che non lascia nulla a desiderare in termini nutrizionali

Il grano saraceno è estremamente versatile e ha molti benefici. Oltre a conferire un ottimo sapore a piatti di vario tipo, si trova molto in alto nella nostra classifica nutrizionale: infatti è ricco di acidi grassi di alta qualità, di vitamine (specialmente acido folico), minerali (soprattutto magnesio) e oligoelementi. Per quanto riguarda gli amminoacidi, è da citare soprattutto la lisina, che è coinvolta in molte funzioni essenziali, come la fissazione del calcio nelle ossa e la divisione cellulare. Il consumo consapevole di cibi integrali ha inoltre effetti molto positivi per la salute, e il grano saraceno viene spesso inserito nelle diete per le sue proprietà antinfiammatorie e antibatteriche. È una buona scelta anche per i pazienti diabetici, con vene varicose o ipertesi. Anche le sostanze vegetali secondarie del grano saraceno, come i flavonoidi (in particolare la rutina) possono influire positivamente sulla circolazione sanguigna, soprattutto nei capillari.

La resilienza di un abitante del Sud Tirolo

Il grano saraceno ha sempre avuto ruolo importante nell’alimentazione del Sud Tirolo sin dall’antichità, proprio nelle terre che sono la patria di Schär. Nei ristoranti e nelle pasticcerie locali si trova sempre la Schwarzplentene Torte, una deliziosa torta tradizionale a base di grano saraceno, mandorle, burro, uova e zucchero. Perché non provate a prepararla anche voi? Un altro piatto della tradizione, purtroppo non più così diffuso, è il “Schwarzplentener Riebel”, una sorta di polenta a base di grano saraceno che viene arrostita sul fuoco con tantissimo burro. E su tutti i piatti sudtirolesi a base di grano saraceno - dolci o salati che siano – non può mancare la marmellata di mirtilli rossi.