Glutine, intolleranza al glutine, celiachia, senza glutine

Che cos’è il glutine?

Il glutine è una proteina che ha origine dal frumento e nelle varietà di cereali affini, e quindi anche in tutti gli alimenti che li contengono.

Varietà di cereali contenenti glutine

  • Frumento
  • Segale
  • Farro
  • Orzo
  • Farro verde
  • Avena (comune in commercio)
  • Monococco
  • Farro dicocco
  • Kamut
  • Triticale

Tra gli alimenti contenenti glutine si annoverano la farina, l’amido di frumento, il pangrattato, la pasta, il muesli e tutti i prodotti da forno dal pane ai biscotti fino ai salatini, tanto per citarne alcuni. Il glutine può essere presente in tanti alimenti, perché utilizzato nel processo produttivo e nei leganti impiegati.
Nonostante il suo valore nutritivo in realtà estremamente scarso, il glutine presenta delle caratteristiche fisiologiche e tecnologiche che facilitano la lavorazione delle farine: permette, infatti, di ottenere un impasto viscoso ed elastico dalla miscelazione di farina e acqua, assicurando così la consistenza e la croccantezza di pane e prodotti di pasticceria. Per queste sue caratteristiche il glutine è definito una “proteina collante”.

Perché tante persone hanno difficoltà a digerire il glutine?

Anche se spesso un’intolleranza è da ricondursi a fattori ereditari, le sue cause potrebbero anche essere dovute al sistema immunitario, a malattie infettive o all’alimentazione. In qualsiasi caso, un’intolleranza non è uguale all’altra. Si distinguono generalmente tre quadri clinici: la celiachia, la sensibilità al glutine e/o al frumento e l’allergia al frumento. Queste definizioni vengono spesso utilizzate indistintamente, nonostante la diversità dei sintomi e delle sfide che devono essere affrontate, anche da chi ne soffre.

Tra i disturbi più frequenti vengono annoverati dolori addominali, diarrea o anche mal di testa, ma si potrebbero manifestare anche dolori muscolari o articolari.

Prima però di rinunciare definitivamente a pane e pizza, rivolgiti a un medico specialista, affinché possa diagnosticare i tuoi disturbi e definire se si tratta di un’intolleranza e, in tal caso, di quale tipo. In qualsiasi caso, tutte e tre le forme hanno una cosa in comune e cioè che è stato dimostrato che se si rinuncia al glutine, i sintomi migliorano.

Il glutine non è contenuto solo in dolci, pane e pasta, ma anche in alimenti all’apparenza senza glutine. Nel nostro elenco puoi trovare gli alimenti che di sicuro non contengono glutine.

___________________________________________________________________________________________________________________________________

Siete medici o nutrizionisti? Potete allora trovare informazioni dettagliate sulla sensibilità al glutine/frumento al sito Dr. Schär Institute, la piattaforma informativa per esperti dedicata all’intolleranza al glutine e a un’alimentazione senza glutine.