Che cos’è l’allergia al frumento?

Che cos’è l’allergia al frumento?

L’allergia al frumento è una reazione immunologica eccessiva dell’organismo al frumento.

Ci sono diversi tipi di allergia al frumento. Questa allergia, a differenza di quella al polline delle graminacee, non è provocata dai pollini dei cereali, bensì dalle proteine contenute nel frumento. Soprattutto in età infantile, il frumento è uno degli allergeni principali, anche se questo tipo di allergia può scomparire generalmente prima dell’età scolare. Negli adulti si riscontra, invece, un’allergia al frumento di tipo permanente, che si manifesta solo quando si fanno sforzi fisici (WDEIA) o sotto forma di “asma del fornaio”, un’allergia scatenata dall’inalazione degli allergeni presenti nella farina di frumento. 

Sintomi dell’allergia al frumento

Article1079_Frau mit Allergie Taschentuch.jpg

L’allergia al frumento si manifesta soprattutto con sintomi a livello cutaneo e con reazioni nell’area delle vie respiratorie molto spesso subito dopo i pasti, ma anche con successivi disturbi digestivi a distanza di alcune ore.

Possibili sintomi:

  • gonfiore, prurito o irritazione in bocca, naso, occhi e faringe
  • eczemi atopici, orticaria a livello cutaneo
  • dispnea, asma, asma del fornaio a livello respiratorio
  • crampi, nausea, vomito, flatulenza, diarrea a livello gastrointestinale

Diagnosi dell’allergia al frumento

Article1079_Arzt mit Frau.jpg

Come per le altre allergie, anche per l’allergia al frumento si inizia prendendo nota dei sintomi in un “diario dei disturbi”. Viene quindi fatto il test per gli anticorpi IgE specifici e il prick test cutaneo. Nel caso in cui i sintomi dovessero essere simili a quelli della celiachia, cioè disturbi quali crampi addominali, diarrea o nausea dopo il consumo di glutine, è importante escluderla quale causa. Per poter assicurare la correttezza dei risultati è importante che tu non inizi a modificare la tua dieta rinunciando al frumento o al glutine fino a quando non viene formulata la diagnosi.

Terapia in caso di allergia al frumento

La terapia consiste soprattutto in un cambiamento delle abitudini alimentari. Nel momento in cui gli allergologi accertano che si tratta di un’allergia al frumento, bisogna eliminare il frumento e le varietà di cereali affini dalla dieta. È comunque importante tenere sempre presente che il frumento si potrebbe nascondere anche in tanti alimenti trasformati, nei quali non ce lo si immaginerebbe. I prodotti senza glutine non possono essere paragonati a quelli senza frumento, perché possono contenere amido di frumento senza glutine, una sostanza che però non può essere consumata dalle persone che soffrono di allergia al frumento. Leggere pertanto sempre l’etichetta prima di acquistare un prodotto o chiedere informazioni precise al personale addetto alla vendita.

Si consiglia comunque di rivolgersi a un nutrizionista per ricevere una consulenza personalizzata su come assicurare che l’alimentazione rimanga equilibrata nonostante il cambiamento delle abitudini alimentari e per venire a conoscenza delle alternative nella preparazione dei pasti.

___________________________________________________________________________________________________________________________________

Siete medici o nutrizionisti? Potete allora trovare informazioni dettagliate sulla sensibilità al glutine/frumento al sito Dr. Schär Institute, la piattaforma informativa per esperti dedicata all’intolleranza al glutine e a un’alimentazione senza glutine.