Fare la spesa senza glutine

Fare la spesa senza glutine

A cosa bisogna prestare attenzione quando si acquistano alimenti senza glutine?

L’acquisto di prodotti alimentari sicuri senza glutine,  per chi è affetto da celiachia, sensibilità al glutine/al frumento o allergia al grano,  richiede qualche attenzione in più. La disponibilità di prodotti è molto ampia, ma ad ogni acquisto ci si domanda: posso mangiarlo davvero? Cosa c’è veramente dentro?

Qui di seguito troverai consigli e informazioni utili per riempire nel modo corretto e sicuro il tuo carrello della spesa:

Article1056_Einkaufen Junge Frau.jpg

  • Leggi attentamente l’etichetta
    Sulle etichette dei prodotti devono essere indicati e stampati in grassetto tutti i 14 principali allergeni (tra cui anche il glutine) presenti negli alimenti, indipendentemente dalla forma e dalla quantità contenuta. Per questo, leggere l’etichetta prima dell’acquisto dovrebbe diventare un’abitudine automatica.

    Attenzione!  L’obbligo di etichettatura vale solo per le merci confezionate e non per quelle sfuse.
    Se un ingrediente riportato sull’etichetta non ti è chiaro,  meglio  lasciare il  prodotto sullo scaffale.
     

  • Cosa significano esattamente i termini “amido”, “amido modificato”, “sciroppo di glucosio”, “destrosio” e “maltodestrina”?
    Se sull’etichetta compare il termine “amido” o “amido modificato”, si tratta di amido senza glutine; in quanto, secondo la normativa europea, l’amido contenente glutine deve essere esplicitamente dichiarato. Sciroppo di glucosio, destrosio e maltodestrine possono anch’essi derivare dal frumento, ma  grazie ai  processi tecnologici della loro lavorazione sono esentati da questa norma, in quanto sul prodotto finito non  è più rintracciabile la presenza di glutine.

  • Se sull’etichetta trovate la voce amidi o amidi modificati, si tratta di amidi senza glutine secondo la disposizione UE del febbraio 2000. A partire da questa data gli amidi contenenti glutine devono essere espressamente indicati.
  • Una regola generale: più fresco è l’alimento, inferiore è il contenuto di glutine e viceversa. Al contrario, più l’alimento è stato lavorato e maggiore sarà il suo contenuto di glutine.
  • Anche se il prodotto in sè non contiene glutine, è necessario fare attenzione a possibili contaminazioni, come per esempio nel caso di cereali, farine, pane e prodotti da forno.

Article1056_Paar Frau isst im Auto.jpg

  • Attenzione alla contaminazione!
    Può accadere che nei prodotti di per sé privi di glutine, durante il processo produttivo si possano verificare delle cosiddette contaminazioni:  in cereali,  farina o pane e prodotti da forno senza glutine possono insinuarsi residui di particelle contenenti glutine provenienti da altre materie prime o preparazioni. Se sulla confezione è  presente la definizione “gluten free” o “senza glutine” si può essere sicuri che il prodotto è privo di glutine. Una sicurezza in più è data dalla presenza del simbolo della spiga barrata.
     
  • La marca è la stessa, ma il prodotto non è sempre lo stesso
    I prodotti dei grandi produttori di generi alimentari solitamente vengono venduti ovunque con lo stesso marchio, ma  può accadere che in taluni Paesi gli stessi prodotti contengano ingredienti differenti. Fai attenzione se acquisti all’estero prodotti che già conosci, controlla bene l’etichetta o chiedi informazioni tramite l’associazione per la celiachia del relativo Paese.
     
  • Consultare l’elenco dei prodotti senza glutine in commercio
    Per fare acquisti sicuri di prodotti senza glutine sia in Italia che all’Estero procurati i prontuari degli alimenti privi di glutine. Questi elencano tutti gli alimenti sicuramente senza glutine venduti al supermercato e nei negozi,  sono disponibili per es. in Italia presso l’Associazione Italiana Celiachia, in Germania presso la Deutsche Zöliakie Gesellschaft in Austria presso la Österreichische Arbeitsgemeinschaft Zöliakie, in Gran Bretagna presso la Coeliac UK e in Spagna presso la Federación de Asociaciones de Celíacos de Espana. Fai la spesa in modo sicuro.

Article1056_Medikamenten Supermarkt.jpg

  • Vai sul sicuro.
    Il modo migliore e più semplice per cominciare la dieta senza glutine è utilizzare prodotti provenienti da una produzione controllata, che sono stati realizzati appositamente per persone celiache, come ad esempio i prodotti Schär.
     
  • Quali farmaci scegliere?
    Il Ministero della Salute e l’Agenzia Italiana del Farmaco dichiarano che anche i farmaci contenenti amido di frumento sono adatti anche a chi è celiaco. Infatti la Farmacopea Europea ha imposto per l’amido di frumento aggiunto come eccipiente, una quantità tale che possa essere tollerata anche da chi è celiaco. La sicurezza è garantita anche nel caso di assunzione cronica. La stessa norma della Farmacopea Europea fa sì che non sia più necessario che il farmaco riporti il claim “senza glutine”. (Fonte: AIC)   

Un comoda guida per viaggiare

Visita il sito GlutenfreeRoads, troverai elencati supermercati, farmacie e negozi che vendono i nostri prodotti senza glutine in tutto il mondo! Quando si è in viaggio, basta consultare l’apposita app.