celiachia, senza glutine, glutine, osteoporosi, ossa

Quale collegamento esiste tra la celiachia e l’osteoporosi?

Nel momento in cui ricevete una diagnosi di celiachia è di vitale importanza passare immediatamente ad una dieta senza glutine, al fine di evitare problemi di salute futuri non solo correlati alla digestione. Non seguire una dieta specifica può incidere sulla qualità delle ossa in diversi modi, fate attenzione!

Patologie ossee e celiachia

L’osteopenia (una riduzione della densità dei minerali ossei) e l’ osteoporosi (una riduzione della massa ossea) sono malattie che possono manifestarsi in pazienti celiaci nel momento in cui non seguono una dieta senza glutine. Di conseguenza, si crea un rischio superiore di fratture ossee, sia negli adulti che nei bambini.

È inoltre dimostrato che per bambini celiaci possono esserci conseguenze derivanti dalla sospensione di una dieta senza glutine. Per quanto possano essi mostrare un’ apparente tolleranza per il glutine, rimanendo quindi asintomatici ciò non significa che lo siano realmente.  In realtà l’intestino può essere danneggiato, non riuscendo ad assorbire il calcio correttamente. In tal caso, nel momento in cui questi bambini raggiungono l’età adulta potranno sviluppare varie patologie, come per esempio l’osteoporosi, un cambiamento nella mineralizzazione ossea e addirittura una crescita ritardata.

Article_1955_celiachia osteoporosi.jpg

Un’altra patologia associata alla celiachia è l’ipoparatiroidismo secondario. Gli integratori di vitamina D e calcio e l’eliminazione di glutine aiutano affinché non si sviluppi questa patologia, sia negli adulti che nei bambini. I calcoli renali di ossalato di calcio e la osteomalacia (un rammollimento delle ossa) sono altrettanto legati a bassi livelli di calcio.

La densità ossea può migliorare in maniera significativa nel momento in cui si inizia a seguire una dieta senza glutine. Fate attenzione a quello che mangiate!