Follow me around Interrail

Alla scoperta dell’Europa in Interrail

Il miglior modo per festeggiare la fine della scuola è sicuramente con un viaggio zaino in spalla in Interrail alla scoperta dell’Europa. Sali a bordo con me e goditi il viaggio attraverso le città più belle e i locali migliori per mangiare senza glutine.

Vittoria: una ragazza celiaca di 26 anni che affronta la vita un biglietto aereo alla volta.

Il viaggio in Europa in treno è stato da sempre il mio sogno, da viaggiatrice seriale quale sono. Quindi quando io e il mio ragazzo abbiamo deciso di caricarci i nostri zaini sulle spalle e salire sul primo treno alla scoperta delle capitali europee è stata un’emozione indescrivibile!

In due settimane abbiamo attraversato l’Ungheria, la Germania, la Danimarca, il Belgio e i Paesi Bassi, standocene seduti (o sdraiati) ai nostri posti assegnati di qualche vagone su rotaie.

La prima tappa del viaggio è stata Budapest, la capitale ungherese. Fin dal primo momento mi sono innamorata di questa città e dell’atmosfera giovanile che la pervade: dal Sziget, il festival musicale ospitato ogni anno su un’isola al centro del Danubio, fino alla movida notturna del centro. Ma Budapest è anche famosa in tutto il mondo per le sue splendide terme, il modo migliore per rigenerarsi dopo una notte brava.

Budapest

Nella città ungherese c’è un’enorme varietà di scelte alimentari, ma noi abbiamo optato verso un locale diverso dal solito: “Kajahu” si definisce infatti #socialeating, in quanto totalmente improntato su un servizio digitale molto veloce e divertente, con un menù ricco di piatti provenienti da ogni parte del mondo, tra cui tante opzioni senza glutine.

La seconda città che abbiamo toccato durante l’Interrail è stata Berlino, il cuore pulsante della Germania. Se non ci siete mai stati sappiate che dovrete assolutamente rimediare quanto prima, perché è una delle perle più splendenti d’Europa, impregnata di storia e monumenti incredibili, ma con sembianze totalmente diverse al calar del sole.

La mia parte preferita a Berlino è certamente la East Side Gallery, una galleria d’arte a cielo aperto fatta di murales che abbelliscono i rimanenti 1500 metri del muro che un tempo divideva in due la capitale. Se vi capitate per pranzo potrete gustarvi un ottimo panino senza glutine da “SNAP Natural Fast Food”, un fast-food tutto al naturale, con tante scelte anche per vegani. L’ideale per un pranzo leggero!

Berlin

Il treno successivo ci ha portato a Copenaghen, la città più famosa della Danimarca. Ci siamo subito lasciati affascinare dall’atmosfera nordica di questa capitale, e dallo spiccato gusto per l’architettura degli edifici che abbelliscono ogni angolo della città, fino allo spettacolare Nyhavn, la celebre camminata lungo il canale. Per un pasto senza glutine buono e veloce consiglio la nota catena internazionale “T.G.I. Friday’s”, che offre un menù con opzioni dedicate senza glutine su richiesta.

Copenhagen

L’altro paese che abbiamo toccato durante l’Interrail è stato il Belgio! Siamo stati a Bruxelles per poco più di un giorno, ma è una città così deliziosa che siamo riusciti comunque a goderci ogni singolo momento lì. Purtroppo non ho avuto modo di trovare le tipiche “gauffres” senza glutine, ma in compenso mi sono accontentata di assaggiare tutte le altre tipicità del luogo: le cozze, le patate fritte e ovviamente la cioccolata! Tutto naturalmente senza glutine e semplicemente squisito.

Brussels

Ultima tappa, ma non per importanza, è stata Amsterdam! Vi ho già lasciato qualche consiglio su dove poter avere i migliori pasti senza glutine in città QU.

Qui il nostro viaggio è terminato, lasciandoci solo una grandissima voglia di esplorare anche tutte le altre capitali del nostro continente. Al prossimo Interrail!

Download for iOS.
Download for Android.