cereali senza glutine, avena, avena senza glutine, senza glutine, materia prima, ingrediente

L’Avena senza glutine

Con i suoi chicchi grandi e ricchi di energia, l’avena piace molto agli sportivi. È un ingrediente versatile, prezioso sia dal punto di vista nutrizionale che del gusto, e può rappresentare un cambiamento gradito per chi segue una dieta senza glutine.

In passato erroneamente si credeva che l’avena non fosse priva di glutine, per cui è stata ingiustamente esclusa dai regimi alimentari gluten-free. In realtà l’avena è naturalmente priva di glutine, ma le preoccupazioni del passato non erano del tutto infondate, poiché esistono celiaci che, nonostante questo, proprio non la tollerano. Inoltre, l’avena viene tradizionalmente coltivata in campi utilizzati anche per altri cereali, molti dei quali spesso contengono glutine. Schär esclude categoricamente i campi in cui si praticano coltivazioni di questo tipo, e ha eseguito attenti studi e valutazioni per individuare aree idonee e per selezionare coltivatori a contratto che fossero in grado di assicurare l’assoluta sicurezza dei prodotti.

Un cereale innovativo con una ricca tradizione

L’avena è sempre stata presente nell’alimentazione quotidiana delle popolazioni europee; ad esempio veniva usata per preparare piatti semplici come il porridge. Nel Medioevo era addirittura una delle fonti di sostentamento principali. Oggi è oggetto di un vero e proprio revival, e non solo tra chi segue un’alimentazione senza glutine. L’avena infatti è molto ricca di energia (353 calorie per 100 grammi) e nutrienti, per cui è particolarmente adatta agli sportivi, ma è anche apprezzata dalle persone attente all’alimentazione, oltre a essere amatissima dai buongustai per il suo sapore unico.

Anche gli esperti del nostro team R&D ne sono entusiasti, e la nostra materia prima oggi proviene da coltivazioni che garantiscono la netta separazione dagli altri cereali. Per essere assolutamente sicuri della sua purezza e qualità ci riforniamo presso i nostri agricoltori a contratto mediorientali, che la coltivano nel rispetto degli standard più rigorosi e in modo sostenibile. Per noi di Schär l’avena è una materia prima particolarmente innovativa poiché, oltre alle sue eccellenti proprietà nutritive, introduce un nuovo profilo gustativo nel nostro assortimento di prodotti. Ecco perché la ricerca sull’avena, oltre che sul miglio e sul grano saraceno, è anche parte integrante del progetto RE-CEREAL, cofinanziato dal programma UE Interreg e promosso da Schär.

I nostri prodotti preferiti a base di avena

cereali senza glutine, avena, avena senza glutine, senza glutine, materia prima, ingrediente

Il croccantissimo Biscotto all’Avena, preparato con elevate proporzioni di avena di alta qualità, è la prova concreta di quanto possano essere gustosi - e ricchi di nutrienti - questi preziosi chicchi. Il nostro assortimento a base di avena comprende anche Choco Müsli, cereali da colazione perfetti per gli amanti dei dolci, e Fruit Bar, ideale come spuntino.

Gli amanti dei fornelli potranno sbizzarrirsi con ricette di ogni tipo: i deliziosi fiocchi senza glutine della qualità “Avena”, sono particolarmente adatti alla preparazione di muesli e barrette fatti in casa. I fiocchi a cottura istantanea, la crusca e i chicchi integrali possono essere usati per dare un pizzico di sapore in più a pane e biscotti. Il pane preparato con l’avena, in particolare, ha una deliziosa crosta croccante.

Il numero uno nella nostra classifica dei supercereali dal punto di vista nutrizionale

L’avena ha un apporto energetico elevato, è una fonte di vitamina B, zinco, ferro e magnesio ed è ricca di amminoacidi essenziali e grassi vegetali di origine naturale. Inoltre, è una fonte di amminoacidi e grassi vegetali naturali contenenti acidi grassi polinsaturi (acido oleico e linoleico) che contribuiscono a prevenire le malattie cardiovascolari e sono importanti per il buon funzionamento di vari organi, tra cui il cervello. L’avena ha inoltre un contenuto elevato di fibre alimentari, che prolungano il senso di sazietà e contribuiscono a ridurre la glicemia e i livelli di colesterolo nel sangue. I beta-glucani, in particolare, una fibra alimentare contenuta nell’avena, favoriscono l’attività intestinale. L’avena infine contiene quasi il 12 per cento in più di proteine vegetali rispetto ad altri tipi di cereali.

 

L’avena nell’alimentazione senza glutine e il problema della tolleranza

L’avena contiene avenina, una sostanza proteica che, pur essendo adatta all’alimentazione senza glutine, è mal tollerata da una ridotta percentuale di celiaci, poiché le catene polipeptidiche che la compongono ricordano i cereali contenenti glutine. Tuttavia, non è il caso di preoccuparsi: i disturbi che talvolta si registrano quando si inizia a consumare l’avena sono generalmente dovuti all’elevato contenuto di fibre, che, in persone poco abituate a farne uso, potrebbero temporaneamente causare gonfiore, tensione addominale, sensazione di pienezza post-prandiale, persino dolore. Pertanto è consigliabile iniziare ad assumere l’avena in piccoli quantitativi per poi aumentare gradualmente. In genere si consiglia di evitare l’avena subito dopo la diagnosi, e di lasciare passare un periodo di sei mesi circa, in attesa che i livelli di anticorpi nel sangue rientrino nei range di normalità. Dopo tale periodo si potrà iniziare a reintrodurla gradualmente sotto controllo medico.

 

Buone notizie per i celiaci: l’avena è senza glutine, lo dicono gli esperti

cereali senza glutine, avena, avena senza glutine, senza glutine, materia prima, ingrediente

Da quasi quarant’anni, Schär produce alimenti senza glutine conformi agli standard più rigorosi di qualità e sicurezza, e si impegna per il miglioramento continuo dei propri prodotti. A questo scopo, possiamo contare sul team di esperti del nostro Reparto di Ricerca & Sviluppo, che si occupano specificamente di studiare nuove materie prime, inclusa l’avena. I nostri esperti e scienziati, medici e rappresentanti delle associazioni per la celiachia di diversi Paesi europei hanno espresso un parere unanime sull’inserimento dell’avena nell’alimentazione senza glutine: sotto il profilo tecnologico, l’avena è simile ad altri cereali senza glutine, come il riso e il mais. L’avena offre pertanto un grande valore aggiunto per la produzione di alimenti senza glutine.

Vari studi clinici condotti in tutto il mondo lo confermano: l’avena non ha controindicazioni per le persone affette da intolleranza al glutine e, se coltivata e lavorata in ambiente protetto, può essere assunta senza conseguenze. Per questo motivo in alcuni Paesi come il Canada, gli Stati Uniti e la Svezia, l’avena è diventata ormai parte integrante dell’alimentazione senza glutine. Nel 2009 anche la Commissione Europea ha inserito l’avena nella lista di ingredienti utilizzabili per la preparazione di prodotti senza glutine. In Scandinavia la decisione è stata presa ancora prima; l’avena senza glutine è quindi oggetto di coltivazione intensiva ormai da alcuni anni ed è parte integrante dell’alimentazione dei celiaci. Il comitato clinico della Società finlandese per la celiachia ha sdoganato l’avena per l’alimentazione senza glutine degli adulti nel lontano 1997.

Garantita senza glutine: sicurezza dal campo al mulino

Il presupposto per un consumo sereno dell’avena in presenza di intolleranza al glutine è la provenienza. È dimostrato infatti che l’avena è naturalmente priva di glutine, ma l’avena che si trova in commercio può essere contaminata da cereali contenenti glutine nelle varie fasi di coltivazione - se ad esempio si usano gli stessi macchinari anche per la raccolta di cereali contenenti glutine - e lungo la filiera. Pertanto è fondamentale leggere attentamente le etichette e acquistare esclusivamente avena certificata senza glutine. Solo accurati controlli sull’intero processo e le tecnologie alimentari garantiscono una netta separazione dell’avena dal frumento, dalla segale e dall’orzo sin dalle prime fasi. Nei prodotti a base di avena etichettati come senza glutine, il contenuto di glutine deve essere inferiore al valore prescritto di 20 parti per milione (ppm). Anche noi di Schär sottoponiamo la nostra avena ai controlli più rigidi: per escludere qualsiasi contaminazione, verifichiamo la coltivazione nei campi e conduciamo ispezioni continue nei mulini. Inoltre eseguiamo tutta una serie di analisi per essere sicuri al cento per cento.