Quali sono le forme cliniche della celiachia?

Quali sono le forme cliniche della celiachia?

Una breve descrizione delle quattro forme in cui si manifesta la celiachia.

La celiachia tipica

Le forme tipiche esordiscono precocemente, in genere a distanza di alcuni mesi dall’inizio dello svezzamento, con i sintomi del malassorbimento intestinale: diarrea cronica, arresto della crescita, inappetenza, vomito e distensione addominale (il cosiddetto “pancione”).

La celiachia atipica

Le forme atipiche si manifestano tardivamente con sintomi prevalentemente extra-intestinali quali anemia con carenza di ferro, aumento delle transaminasi epatiche, dolori addominali ricorrenti, ipoplasia dello smalto dentario, dermatite erpetiforme o bassa statura in età scolare.

La celiachia silente

Le forme silenti sono diagnosticate in soggetti apparentemente sani, in seguito a un controllo occasionale. Molti casi sono silenti solo in apparenza; in realtà dopo l’avvio del trattamento si registra un miglioramento del benessere psico-fisico.

La celiachia potenziale

Si definiscono potenziali i casi che presentano markers sierologici positivi e biopsia intestinale normale. I pazienti con celiachia potenziale, se lasciati a dieta libera, possono sviluppare nel tempo una lesione intestinale conclamata. Un’elevata frequenza di celiachia, spesso subdola, si rileva nei soggetti affetti da patologie autoimmuni (soprattutto diabete insulinodipendente e tiroidite), sindromiche (s. di Down, s. di Turner e s. di Williams) o con insufficienza di IgA sieriche.