Esiste un legame tra celiachia e intolleranza al fruttosio o malassorbimento del fruttosio?

Esiste un legame tra celiachia e intolleranza al fruttosio o malassorbimento del fruttosio?

Esistono due tipi di intolleranza al fruttosio (intolleranza allo zucchero della frutta).
L’intolleranza ereditaria al fruttosio, un disturbo ereditario della metabolizzazione dello zucchero della frutta, è un raro difetto enzimatico che riguarda la scomposizione del fruttosio a livello del fegato. È causata dalla mancanza dell’enzima aldolasi B. La conseguenza è una ipoglicemia da leggera a grave.
L’intolleranza intestinale al fruttosio, in genere chiamata malassorbimento del fruttosio è molto diffusa. Circa il 30-40% della popolazione ne è colpita. In questo caso si osserva una carenza della proteina trasportatrice GLUT – 5, che di norma trasporta il fruttosio attraverso la mucosa dell’intestino tenue. In caso di malassorbimento del fruttosio, questo non avviene. Il fruttosio arriva, invece, nel colon causando disturbi come gonfiore, dolori addominali e diarrea. La terapia contro il malassorbimento del fruttosio consiste in un’alimentazione povera di fruttosio. Il limite di tolleranza individuale al fruttosio è molto soggettivo. Anche i sostituti dello zucchero, sorbitolo, mannitolo e xilitolo dovrebbero essere evitati in quanto impediscono ulteriormente l’assorbimento del fruttosio. Secondo alcuni studi, gli alimenti che contengono più glucosio che fruttosio vengono meglio tollerati. A tale proposito esiste un elenco di alimenti consentiti.

È possibile che vi sia una connessione tra queste due malattie gastrointestinali, ovvero la celiachia e l’intolleranza ereditaria al fruttosio. Alcuni studi hanno riscontrato che la celiachia si manifesta maggiormente nelle persone che soffrono di intolleranza ereditaria al fruttosio (>10%) rispetto al resto della popolazione.