I frutti dell'autunno

I frutti dell'autunno

La stagione dei mille colori delizia il palato con funghi profumati, aromatiche verdure, castagne e altro ancora.

L’autunno ha molto da offrire in cucina: in questa stagione negli orti maturano verdure gustose, è il momento della raccolta nelle vigne e nei meleti, nei boschi spuntano i funghi più odorosi, noci, castagni e noccioli danno i loro frutti. Non è difficile dunque seguire un’alimentazione equilibrata, ricca di vitamine e di sostanze nutritive – soprattutto se alla varietà degli ingredienti forniti dalla natura si unisce un assortimento altrettanto vario di pasta e pane senza glutine. I prodotti dei miti mesi autunnali portano sapori prelibati a tavola!

I tesori della terra

Article1075_Kartoffel auf Tisch

Nei campi la raccolta di patate, cipolle, fagioli e altri ortaggi maturati lentamente sotto il sole prosegue fino a tardo autunno; nei boschi spuntano numerose varietà di funghi che fanno la felicità dei buongustai e che si prestano a prelibate ricette di primi piatti senza glutine, e non solo!

I colori delle foglie

Article1075_Kohlgemuese Radicchio.jpg

Cavolo nero, verde, rosso – in autunno il saporito ortaggio celebra il suo trionfo e a tavola conferisce un gusto robusto e genuino a pasta e stuzzichini. Tutte le varietà di cavolo sono particolarmente sane: con poche calorie, ma molte vitamine, minerali e fibre preparano il nostro organismo ad affrontare l’inverno e si prestano ad arricchire il sapore di semplici primi piatti senza glutine.

Cereali & co.

Article1075_Psyllium Samen in Schuessel

Riso, mais e lupini – in autunno si fa la raccolta dei cereali e dei legumi di cui si compongono le farine prive di glutine. Poi, per l’impasto del pane si può giocare di fantasia: l’aggiunta di erbe aromatiche lo renderà più profumato, le noci o i semi gli conferiranno una consistenza particolare.

Dagli alberi

La frutta secca – una riserva di salute e di energia tutta naturale – è un ingrediente molto apprezzato per i dolci e i biscotti, ma anche il pane è buonissimo, se arricchito da mandorle, noci e nocciole che in autunno maturano sugli alberi. E nelle cucine regionali si tramandano anche gustose minestre e deliziosi dolci a base di castagne.