Houston, stiamo sorvolando la celiachia

Houston, stiamo sorvolando la celiachia

Che cos’è la celiachia?

Quando un alimento che contiene glutine viene mangiato e arriva nell’intestino, può provocare delle reazioni che i medici chiamano “avverse”. Vuol dire che, a modo suo, l’intestino si sta ribellando al glutine perché non è in grado di assorbirlo.

Queste reazioni sono poco piacevoli per chi le prova e comprendono: dolori addominali, nausea, vomito e diarrea. Meno frequentemente anche mal di testa e dolori muscolari o articolari.

A lungo andare, le persone che non riescono ad assorbire il glutine contenuto negli alimenti che mangiano potrebbero soffrire di: perdita di peso e di energia, perdita dell’appetito, carenza di ferro, di vitamine e di altri minerali nel sangue, anemia.

Tutte queste reazioni a volte hanno una spiegazione comune: l’intolleranza al glutine o “celiachia”.

Chi ne soffre è chiamato “celiaco”.

Come si riconosce la celiachia?

Article200115_Kind Bauchschmerzen Maedchen.jpg

La celiachia può presentarsi a qualsiasi età. Se si sperimentano i sintomi elencati sopra, è opportuno consultare il proprio medico, il quale, dopo una prima visita e alcune domande sulle abitudini alimentari, potrebbe prescrivere degli esami specifici.

I risultati di questi esami portano alla formulazione della diagnosi e cioè a una risposta alla domanda “Perché dopo aver mangiato determinati alimenti sto male?”

Il disturbo alimentare diagnosticato va dalla sensibilità al glutine alla vera e propria celiachia.

In entrambi i casi sarà necessario stare più attenti quando si fa la spesa e ci si siede a tavola.

Migliorare la propria vita fin da subito

Article200115_Kind ausgeschlossen Apfel.jpg

Una volta formulata la diagnosi di celiachia, bisogna smettere di mangiare cibi contenenti glutine. Solo così spariranno, un po’ alla volta ma già dai primi giorni, tutti i fastidiosi sintomi sperimentati.

È importante capire che ELIMINARE -DEL TUTTO E PER TUTTA LA VITA- IL GLUTINE DALLA PROPRIA ALIMENTAZIONE È L’UNICA TERAPIA EFFICACE PER TRATTARE LA CELIACHIA. È altrettanto fondamentale afferrare questo concetto: soffrire di celiachia non vuol dire dover smettere di mangiare tutte le cose che ci piacciono, ma semplicemente scegliere alimenti preparati senza glutine.

Cambiare le proprie abitudini alimentari è più facile di quello che si può immaginare. Basta imparare un paio di trucchi che aiutano a scegliere i cibi giusti e, nel dubbio, chiedere a chi ne sa più di noi.

Se da un lato servirà un po’ di attenzione in più, dall’altro gli effetti positivi del nostro nuovo regime alimentare saranno enormi e visibili fin da subito.

Vediamo cosa succede.

  1. I valori degli anticorpi (quelle cellule del sangue che compaiono quando il nostro organismo deve combattere sostanze indesiderate) ritornano normali;
  2. Le sostanze nutritive contenute in quello che mangiamo vengono di nuovo assorbite e assimilate correttamente dal nostro corpo (“metabolizzate”, dicono i dottori);
  3. Il nostro peso rientra nei valori normali;
  4. La mucosa dell’intestino tenue (quella parte di intestino analizzata al microscopio per formulare la diagnosi) si rigenera;
  5. Lo stato fisico e di salute migliora fino a farci sentire di nuovo dei leoni;
  6. Lo sviluppo e la crescita procedono di nuovo regolarmente.

Guida familiare