Terra chiama amico. Amico, rispondi!

Terra chiama amico. Amico, rispondi!

La tua celiachia non esclude le amicizie.

Molto spesso le persone che sono intorno a te -amici, compagni di scuola, bambini e bambine che incontri al parco o che fanno sport con te- non hanno alcuna idea delle abitudini di chi segue un’alimentazione senza glutine. È possibile quindi che ti sia sentito dire “Dai, prendi una caramella, un po’ di glutine non ti uccide mica?” e che ti sia sentito incompreso o addirittura offeso.

Gli altri bambini non vogliono farti sentire “strano” o escluderti. Semplicemente non conoscono la tua situazione. Questo, che sembra un problema, in realtà è un’opportunità che gioca a tuo favore.

Incuriosisci, informa e condividi

Article200124_Kinder Freundschaft.jpg

Se parli ai tuoi amici della celiachia, spiegando loro che cos’è e come funziona il tuo organismo, fai una cosa utile a te e a loro. Spiega ai bambini che ti stanno intorno quali sono gli effetti che hai sperimentato su di te quando non conoscevi la celiachia e seguivi la loro stessa alimentazione. Descrivi il senso di nausea, i mal di pancia, la sensazione di malessere che provavi. Sono situazioni che, per motivi diversi dai tuoi, hanno provato anche loro e che quindi non avranno difficoltà a comprendere.

Vedrai che in pochi secondi avrai svegliato la loro curiosità, sarai sommerso dalle loro domande e sarai diventato un piccolo informatore, per loro quasi uno scienziato.

E non è finita. Puoi fare ancora di più: offri ai tuoi amici uno dei tuoi snack, una merendina, una caramella, qualche patatina, un dolcetto. Invitali a provare qualcosa della tua alimentazione senza glutine per dimostrare che non solo non sei un alieno, ma che ciò che mangi tu è buono e goloso come ciò che mangiano tutti.

Guida familiare